Archivi tag: Robert Ludlum

Kyle Mills e il suo libro “di Ludlum”

In un articolo dell’agosto dell’anno scorso avevamo visto come alcuni libri aventi come protagonista il personaggio di Jason Bourne, anche se, dalla veste editoriale delle traduzioni italiane potevano apparire libri scritti da Robert Ludlum insieme a Eric Van Lustbader, erano in realtà opere di Lustbader ispirate al personaggio creato da Robert Ludlum. Dunque, intestazione principale per Lustbader (per maggiori dettagli si può vedere quell’articolo).

Lustbader non è l’unico autore ad aver scritto libri “di Robert Ludlum”. Di recente è uscita l’edizione italiana di Il dio della guerra (Milano : Rizzoli, 2012) che sul frontespizio ha il nome di Robert Ludlum e, sotto ad esso, in un carattere di dimensioni leggermente minori, quello di Kyle Mills. Continua a leggere

Annunci

Lustbader: il prefisso fantasma e l’identità degli autori di Bourne

Qual è l’intestazione corretta per lo scrittore statunitense Eric Van Lustbader? La regola è semplice: se si devono mantenere tutte e tre le parti del nome (e mi sembra una scelta corretta), prima va il cognome (Lustbader) seguito da virgola, spazio, nome (Eric), spazio, middle name (Van). Dunque: Lustbader, Eric Van.

Un giro tra i cataloghi italiani, dall’opac del Sbn ai cataloghi interrogati dal metaopac Mai (e aggiungiamoci pure la Bibliografia Nazionale Italiana), però, ci fa trovare quasi ovunque la forma “Van Lustbader, Eric”. Nell’opac del Sbn c’è un isolato “Lustbader, Van Eric” (sic: con il middle name prima del nome – e la descrizione bibliografica è poco accurata: uno spazio spezza in due il cognome dell’autore e il titolo L’eredità di Bourne è trascritto perdendo una lettera e un accento: L’erdita di Bourne). C’è qualche “Lustbader, Eric Van” nel catalogo del Sistema bibliotecario e museale della provincia di Venezia, dove però la grande maggioranza (più di 90 su un centinaio di schede) ha la forma che comincia con Van, e nel catalogo delle biblioteche liguri compare qualche “Lustbader, Eric” (come la Library of Congress). Continua a leggere