Assunta di fresco per una consulenza

Enza Consul ha compilato alcune raccolte di strafalcioni come La mia azienda sta stirando le cuoia (Milano : Sperling & Kupfer, 1992) e Lo sproloquio del colloquio (Milano : A. Mondadori, 1994). Invertendo l’ordine di nome e cognome, come fa un catalogatore per scrivere l’intestazione, salta fuori “Consul, Enza”. Che l’autrice di un libro sul mondo aziendale abbia un nome che corrisponde alla parola “consulenza” potrebbe suonare un po’ sospetto. Non impossibile: il cognome Consul è in effetti presente in Italia, per quanto sia poco diffuso (un sito che fa ricerche sulla geografia dei cognomi lo mostra presente in soli quattro comuni e anche in questi con poche occorrenze), e il caso o un tocco di goliardia dei genitori (non sempre gradito dal figlio) possono produrre talora curiosi abbinamenti tra nome e cognome. Un po’ sospetto, però, sì.

Qualche anno dopo il suo esordio letterario, Enza Consul ha avuto la collaborazione, per la stesura di libri dello stesso genere (come Curricula ridicula, Milano : Rizzoli, 1998, e Uno straccio di curriculum, Milano : Il sole 24 ore, 2003) di una coautrice che ha come nome Assunta Di Fresco. A questo punto il sospetto che si tratti di nomi inventati diventa pressoché una certezza (d’accordo, anche il cognome Di Fresco esiste e in provincia di Palermo ce n’è pure un numero discreto, ma prima “consulenza”, poi “assunta di fresco”…).

Quando si trova uno pseudonimo, è il caso di vedere se l’autore non ha scritto anche con il suo vero nome, o con altri pseudonimi, in modo che allo stesso autore corrisponda una e una sola forma per l’intestazione, che si tratti del nome reale o di uno pseudonimo (dalle altre forme si farà un rinvio). Se, per esempio, i libri scritti dalla persona che si cela dietro il nome di Enza Consul fossero solo quelli sopra citati, dove compare con tale pseudonimo, sarebbe corretto usare l’intestazione “Consul, Enza”. Non è però così per lei (che poi è un lui), né per Assunta Di Fresco.

Enza Consul è Mario Bianco che, col suo vero nome, ha firmato altri libri, sia “seri” che umoristici, tra i quali Camera con svista : quello che gli agenti immobiliari non dicono (Milano : Bur, 2007), scritto insieme a Lucia e Giuliano Pavone. E indovinate un po’ chi è questa Lucia Pavone… Sì, è proprio Assunta Di Fresco. Non finisce qui, comunque. Pavone è il cognome del marito, il Giuliano che figura come terzo autore del libro, ma normalmente la scrittrice usa il suo cognome firmandosi Lucia Tilde Ingrosso (a parte, ovviamente, quando diventa Assunta Di Fresco).

Insomma, non sorprende che i due abbiano creato un po’ di caos nei cataloghi e non si può fare una gran colpa ai catalogatori se sono stati tratti in inganno dagli pseudonimi del duo. Se i singoli catalogatori possono essere certamente giustificati, lascia però qualche perplessità il fatto che, andando a vedere l’opac del Sbn e quelli interrogati dal metaopac Mai, non si trovi neppure un catalogo in tutta Italia che sia riuscito a svelare l’identità di Enza Consul e Assunta Di Fresco, a scoprire a quali nomi andavano collegati e a uniformare le intestazioni. Dunque, per il momento, sembrerebbe che l’unica traccia in Italia siano le lettere BIA (che ovviamente derivano dal cognome Bianco) per la collocazione di un libro di “Enza Consul” posseduto da una delle biblioteche in cui lavoro.

Nell’opac del Sbn, le opere di Mario Bianco sono addirittura divise sotto quattro intestazioni diverse. I libri firmati Enza Consul sono sotto “Consul, Enza”, mentre quelli pubblicati col vero nome sono parte sotto “Bianco, Mario <1941- >” e parte sotto “Bianco, Mario” (dove ci sono anche opere non sue: per esempio le Lezioni di storia dell’architettura pubblicate nel 1935 sono ovviamente di un omonimo, dato che in quell’anno non era ancora nato) e Camera con svista, curiosamente, è sotto “Bianchi, Mario” (insieme a opere di quasi omonimi). I libri di Lucia Tilde Ingrosso si dividono tra “Ingrosso, Lucia Tilde”, “Pavone, Lucia” e “Di Fresco, Assunta” (in questo caso tutti i libri raccolti sotto queste tre intestazioni sono della stessa autrice). Se qualcuno che può intervenire in tale opac passasse di qua, spero trovi utili questi appunti.

Annunci

Un pensiero su “Assunta di fresco per una consulenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...